Sanatorie Edilizie

L'articolo 124 della legge provinciale per il governo del territorio 2015 ha abrogato la legge provinciale 2008, tranne l'articolo 57, gli articoli da 81 a 91 e da 123 a 138, l'articolo 149 bis, il comma 4 dell'articolo 151, il comma 1 dell'articolo 152, i commi 2 e 3 dell'articolo 153, gli articoli 154 e 155.

CONCESSIONE EDILIZIA IN SANATORIA
Ai sensi dell'articolo 135 comma 1 della L.P. 1/2008, fino alla scadenza dei termini fissati nell'ordinanza di rimessa in pristino, il responsabile dell'abuso o altro soggetto avente titolo, può chiedere il rilascio della concessione edilizia in sanatoria se l'opera è conforme agli strumenti urbanistici in vigore e non in contrasto con quelli adottati sia al momento della realizzazione dell'opera sia al momento della presentazione della domanda. (DOPPIA CONFORMITA')
In tal caso il rilascio della sanatoria è subordinato al pagamento del contributo di concessione e di una sanzione pecuniaria pari al valore del contributo (in ogni caso la sanzione non può essere inferiore a euro 1.500)
Se non sono applicabili i criteri per il calcolo del contributo di concessione la misura della sanzione è determinata dal comune entro il limite minimo di euro 1.500 e massimo di euro 6.000,
Ai sensi dell'articolo 135, comma 7 della L.P. 1/2008, ai soli fini amministrativi, l'interessato può richiedere il rilascio della concessione in sanatoria quando l'intervento è conforme anche solo al momento di presentazione della domanda alle norme urbanistiche vigenti e non in contrasto con quelle adottate. In tal caso le sanzioni previste per la concessione in sanatoria ordinaria sono aumentate del 20%.

PROVVEDIMENTO EDILIZIO DI SANATORIA
Ai sensi dell'articolo 134 comma 5 della L.P. 1/2008 fino alla scadenza dei termini fissati nell'ordinanza di rimessa in pristino, il responsabile dell'abuso o altro soggetto avente titolo, può chiedere il rilascio del provvedimento di sanatoria:

  •  nel caso di interventi di ristrutturazione di cui all'articolo 99, comma 1 lettera e) della medesima legge e degli interventi previsti dall'articolo 105, comma 1 lettere b) c) d), alle condizioni previste per la concessione edilizia in sanatoria (anche le sanzioni sono le stesse previste per la concessione in sanatoria);
  • nel caso di interventi diversi da quelli sopra elencati, se le opere realizzate in assenza o difformità dalla SCIA risultino conformi agli strumenti urbanisti in vigore e non in contrasto con quelli adottati, nonché al regolamento edilizio vigente. In tal caso il rilascio del provvedimento di sanatoria è subordinato al pagamento di una sanzione pecuniaria di euro 1.500, oltre ad eventuali oneri connessi al provvedimento.

Sia per la concessione edilizia in sanatoria che per il provvedimento di sanatoria, se il pagamento delle sanzioni avviene entro i termini iniziali indicati nel relativo provvedimento, l'importo dovuto sarà ridotto del 25% ai sensi dell'articolo 136 della L.P.1/2008.

La domanda di concessione, corredata da progetto, resa sull'apposita modulistica, resa legale con marca da bollo da € 16,00.-. è soggetta al pagamento dei diritti di segreteria pari ad € 60,00.- da versare sul NUMERO DI CONTO CORRENTE BANCARIO N. 129105 INTESTATO ALLA TESORERIA COMUNALE PRESSO LA CASSA CENTRALE BANCA S.P.A. – CREDITO COOPERATIVO DEL NORD-EST – ABI 03599, CAB 01800 – CODICE IBAN IT53L0359901800000000129105 oppure tramite POS allo sportello dell'Ufficio Edilizia Privata.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  1. L.P. 4 marzo 2008, n.1
  2. L.P. 15 agosto 2015, n.15

MODULISTICA

  1. DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA E DI PROVVEDIMENTO DI SANATORIA;
  2. SOGGETTI COINVOLTI;
  3. INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI (ART.13-14 REG. UE N.2016/679)

Mercoledì, 03 Dicembre 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 23 Ottobre 2019

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2019 Comune di Brentonico powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl