P.R.I.C. - Piano Regolatore Illuminazione comunale

Il Comune di Brentonico ha adottato il Piano Regolatore Illuminazione pubblica.

L’esigenze di redigere un “Piano Regolatore Illuminazione Comunale” (in seguito P.R.I.C.) nasce oltre che da un obbligo normativo stabilito dalla L.P. 3 ottobre 2007 n. 16 “Risparmio energetico e inquinamento luminoso”, anche dalla necessità di fotografare lo stato di fatto e quindi di individuare e pianificare gli interventi da eseguire. L’intento del P.R.I.C. oltre a fotografare lo stato di fatto si prefigge anche di stabilire quali siano i criteri fondamentali per eseguire in modo omogeneo gli interventi immediati e futuri.La maggior parte degli impianti d’illuminazione pubblica e privata realizzati, fino ad ora,sono stati eseguiti in modo disorganizzato e vario, regolamentati dalle necessità contingenti ed dalle disponibilità economiche, senza una pianificazione finalizzata al risparmio energetico a alla riduzione dell’inquinamento luminoso.

Il P.R.I.C. deve essere uno strumento per la pianificazione da parte dell’amministrazione pubblica e altresì una guida per coloro che sono chiamati ad intervenire nella manutenzione ordinaria, straordinaria e quale base di sviluppo per le nuove realizzazioni sia dal punto di vista progettuale che per la predisposizione dei bandi di gare d’appalto.

Tavole

  • L'elaborato progettuale è stato redatto dallo Studio Nesco – North Energy Service Company S.r.l. con sede in Trento

Approvazione del P.R.I.C.

  • Il Piano Regolatore dell'Illuminazione Pubblica del Comune di Brentonico è stato approvato in prima adozione con deliberazione del Consiglio comunale n. 39 del 2 ottobre 2012 mentre con successiva deliberazione del Consiglio comunale n. 171 del 28 dicembre 2012 è stato approvato in via definitiva.

Martedì, 15 Dicembre 2015 - Ultima modifica: Mercoledì, 16 Dicembre 2015

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2019 Comune di Brentonico powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl